formaldeide

Un motivo in più per scegliere il Tadelakt: attenzione alla Formaldeide!

 

“Questa è la vera natura della casa: il luogo della pace; il rifugio non soltanto dal torto, ma anche da ogni paura, dubbio e discordia.”

JOHN RUSKIN

 

Chi all’interno delle propria casa non si sente al sicuro? Ci sentiamo al riparo dai più comuni pericoli esterni, come l’inquinamento, ma in quanti sanno che proprio dentro casa si può trovare un ambiente meno salubre di quanto si crede?

Vernici per i mobili, per le pareti, collanti, producono esalazioni tossiche ma soprattutto la presenza della formaldeide.

 

Cos’è la formaldeide?

La formaldeide è una sostanza chimica altamente cancerogena con cui entriamo a contatto quotidianamente. A temperatura ambiente essa si trova in forma gassosa anche se è maggiormente conosciuta nella forma acquosa. Questa sostanza viene impiegata per la creazione di prodotti di diverso genere come resine, colle, vernici e inoltre rappresenta per la sua inalazione una delle principali cause di asma, allergia, insonnia, irritazioni alla pelle.

 

Attenzione!

L’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (AIRC) ha lanciato l’allarme: ad oggi dopo studi scientifici condotti sia sull’uomo che sugli animali la formaldeide risulta essere uno dei cancerogeni più letali. Nel  gennaio 2016 la formaldeide è passata dalla classificazione di “sospettato di provocare il cancro” a “può provocare il cancro”.

airc formaldeide

Dove si nasconde e quanto è pericolosa?

tassi di formaldeide medi sono 9 volte più elevati in casa che fuori, nessun odore ci mette in allarme eppure è una sostanza altamente cancerogena e si potrebbe farne a meno utilizzando prodotti naturali!

La formaldeide è un prodotto molto utilizzato in tutti i settori, dal vestiario nei tessuti, all’alimentare come conservante, nella farmaceutica ma sopratutto nella fabbricazione di:

  • colle
  • vernici
  • solventi
  • resine sintetiche
  • truciolato
  • pennelli in legno di truciolato
  • compensato
  • disinfettanti
  • detergenti

Questi prodotti che vengono comunemente utilizzati per decorare le pareti delle nostre case, silenziosamente rilasciano esalazioni tossiche che di giorno in giorno, quando respirate, possono portare a conseguenze troppo serie per non pensarci prima.

 

Come difendersi?

 

“Prevenire è meglio che curare”

 

Nella maggior parte delle pitture all’acqua sono presenti sostanze petrolchimiche, resine, pigmenti, conservanti, ftalati e tensioattivi che risultano esser inodori ma chiaramente pericolosi. I rivenditori purtroppo non hanno cognizioni chimiche e i pittori edili non sanno fino in fondo quello che usano. Come se non bastasse non c’è una legge che obbliga l’indicazione di tutti i componenti nelle etichette!

Il problema può essere risolto grazie alla bioedilizia e all’utilizzo di prodotti al 100% naturali, quindi privi di petrolchimici o sostanze nocive in genere, con la completa autodichiarazione di tutti gli ingredienti in etichetta e scheda tecnica.

 

Il Tadelakt

Il Tadelakt è una tecnica decorativa marocchina frutto di un’antichissima tradizione artigiana, ancora oggi poco conosciuta in Italia, che permette di realizzare finiture di grande pregio per bagni, di ogni stile dal più moderno al più tradizionale, anche senza l’utilizzo di piastrelle, facciate esterne, pareti interne e fontane.

Oltre ad essere un prodotto dalla composizione totalmente naturale, la sua principale caratteristica è infatti una grande resistenza all’acqua, determinata da una speciale calce idratata che viene prodotta nelle antiche fornaci di Marrakech e che si può trovare solo nei dintorni della città.

Questa tecnica rappresenta un’ottima soluzione decorativa per superfici di qualsiasi dimensione, con un risultato esteticamente originale e di qualità elevata. Viene utilizzata anche per la realizzazione e la decorazione di vari oggetti, tra cui vasi in terracotta rivestiti di Tadelakt in vari colori e con decorazioni in graffito.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *